Laboratorio di Alta Formazione per attori, registi, drammaturghi e spettatori appassionati a cura di Marco Di Stefano.

Spesso leggere un testo teatrale risulta difficile, anche per un addetto ai lavori. Questo perché, in Italia, si è persa l’abitudine a considerare il teatro come un genere letterario degno di valore al di là della messa in scena delle opere. Eppure nel resto del mondo non è così: il teatro viene pubblicato, venduto, letto. Nella storia del nobel non mancano i drammaturghi che si sono aggiudicati il premio per la letteratura e tra questi anche due italiani: Pirandello e Fo.
Durante il laboratorio affronteremo il testo teatrale come opera letteraria indipendente, pronta per l’uso del lettore. E da questo partiremo per sviluppare uno sguardo più profondo, che possa aiutarci ad affrontare un personaggio, ideare una messa in scena o una riscrittura. Uno sguardo più profondo che ci faccia tornare ad amare le opere teatrali.

Durante il laboratorio analizzeremo due opere a prima vista molto distanti tra loro: “Die Hamletmaschine” di Heiner Müller e il “Linguaggio della Montagna” di Harold Pinter.

Cosa: 5 incontri da 2 h
Quando: un incontro ogni due settimane, il mercoledì sera dalle 19.30 alle 21.30, dal 15.04 al 10.06
Quanto: quota di iscrizione 100 euro (+sottoscrizione tessera associativa Artepassante 20 euro)
Dove: presso La Confraternita del Chianti_teatro e arti performative, il nuovo spazio della Compagnia sotto il Passante di Porta Vittoria (ingresso da Via Cervignano)

info@laconfraternitadelchianti.eu

Leave a comment

La Confraternita del Chianti è una compagnia teatrale professionista, con base a Milano, che si occupa di nuova drammaturgia sia in Italia che all'estero.

La Confraternita del Chianti © 2020. Ass. Culturale K.  – P.IVA 07886260962 – Privacy Policy

Sito creato da dpconsulenze srl