PDF Stampa Email

DIEGO RUNKO (6 novembre 1981)

Attore, drammaturgo, regista. Laureato in Lettere Moderne con Specialistica in “Scrittura e arti drammatiche” presso l’Università Cattolica di Milano, con una tesi su un drammaturgo croato “Miroslav Krleza ovvero l’importanza del teatro per sollevare la cultura di una nazione periferica”.
Come attore si forma presso la Scuola di teatro Teatri Possibili di Milano, diretta da Corrado d’Elia. Continua la formazione seguendo laboratori con Luca Ronconi, Gabriele Vacis, Laura Curino, Mario Perrotta, Roberto Latini, Giuseppe Manfridi, Kossi Efoui, Eugenio de’Giorgi, Lucilla Giagnoni, Renato Gabrielli.
Nel 2015 vince la prima edizione del Concorso nazionale di drammaturgia civile “Giuseppe Bertolucci” con il suo testo “Esodo”. In giuria la giornalista e scrittrice Concita De Gregorio, lo scrittore “Premio Strega 2015” Nicola Lagioia, il critico teatrale Graziano Graziani e Lucilla Albano, professoressa universitaria e moglie di Giuseppe Bertolucci.
Scrive con Marco Maccaferri il soggetto e la sceneggiatura del film “D.A.D.”, di prossima uscita nelle sale, sostenuto dal Mibact (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) e dalla Filmcommission Lombardia, per la regia sempre di Marco Maccaferri.
Nel 2014 lavora al progetto “Teatro Utile (arte e sviluppo)”, organizzato dal Teatro dei Filodrammatici di Milano che, sotto la guida di Renato Gabrielli, porta dieci drammaturghi alla realizzazione di un testo sensibile alla multietnicità “Sotto un cielo straniero”.
Sempre nel 2014 il suo testo “Le parole che ti ho detto” viene presentato in lettura al Ventesimo Festival Internazionale del Teatro Urbano “Improvvisi Urbani” al Giardino degli Aranci, a Roma.
Nel 2013 partecipa ad un progetto di scambio drammaturgico internazionale “Short Latitudes”, organizzato dal British Council e viene selezionato come drammaturgo al Bando Urgenze condotto da Giuseppe Manfridi presso Teatro Inverso- Residenza Idra di Brescia.
Scrive, dirige e interpreta i lavori della compagnia Unzip Universo, di cui è fondatore e con lo spettacolo “Fermata Torino Palla: un desiderio che si chiama tram” partecipa alla Rassegna di drammaturgia contemporanea “Stazioni d’Emergenza” presso il Teatro Stabile d’Innovazione “Galleria Toledo” di Napoli nel 2011. Nello stesso periodo la compagnia è finalista al Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro presso la Civica Scuola d’arte drammatica “Nico Pepe” di Udine con lo spettacolo “Milano muore domani”.
Collabora stabilmente con la compagnia Teatro in-folio dal 2010 in qualità di attore, drammaturgo e/o regista partecipando a tutte le produzioni tra cui “Design Dance”, spettacolo ufficiale del Salone del Mobile di Milano 2012.
Autore con Davide Colavini, Andrea Brunello e Michela Marelli del testo “Settecentomila”, sulla Grande Guerra, divenuto poi spettacolo di debutto della residenza Carte Vive dell’Associazione Etre, sostenuta dalla Fondazione Cariplo.
Il testo “Nell’altra stanza” viene pubblicato all’interno del volume “I luoghi del possibile: cinque pezzi di teatro italiano contemporaneo”, La Mongolfiera editrice, 2013.
Il testo “Milano muore domani” viene pubblicato sul secondo numero della rivista on-line “Perlascena-non periodico per una drammaturgia dell’oggi”, 2012.
Il racconto “Nel paese dei santi e dei giusti” è finalista a Subway Letteratura 2013.
Come attore partecipa a sit-com e programmi televisivi in Rai, Mediaset e Sky, tra cui le sit-com “Piloti” su Raidue, “Via Massena 2” su DeejayTv, “Bye bye Cinderella” su La5, i programma “Italia sul Due” e “Me lo dicono tutti” su Raiuno, oltre a diverse pubblicità. Recita nei cortometraggi “The Morgue” prodotto dalla Filmcommission Lombardia e “Obiettivi primari” di Lucio Besana presso la Scuola Civica di Cinema di Milano e nel video “6/1 sfigato” degli 883 feat.Two Fingerz
Negli anni ha condotto laboratori e corsi di recitazione e drammaturgia per bambini e adulti tra cui il progetto “Tutti all’Opera” del Comune di Milano, presso la Cooperativa sociale Duepuntiacapo di Paderno Dugnano e presso l’associazione “Aiutiamoli”, centro per la salute mentale, a Milano.